Responsabilità degli amministratori – Business consulting per Società

Condividi su:

Secondo il Codice civile Art 2476 c.c. le responsabilità possono essere di 2 tipi: 

Verso la società: la responsabilità è solidale tra gli amministratori. Ciò significa che l’amministratore risponde del danno anche se non causato da lui direttamente ma da un altro amministratore.
Verso soci o terzi: la responsabilità è limitata ai danni direttamente causati dai singoli amministratori per dolo o colpa.
In riferimento alle responsabilità inoltre è importante sapere che:
l’imprenditore ha il dovere di istituire un assetto organizzativo amministrativo e contabile adeguato a rilevare tempestivamente crisi perdita di continuità con art 2381 c.c.
 

Con il d. LGS 14/2019 nasce “Il codice della crisi d’impresa”.

 

L’obiettivo è quello di anticipare l’emersione della crisi, i segnali di allerta sono:
• presenza di ritardi ripetuti nei pagamenti programmati
• verifica del patrimonio netto negativo
• entrate – uscite previsionali a 6 mesi con segno negativo 

Se i segnali danno un risultato “negativo” il revisore (organo di controllo) ha il dovere di intervenire per verificare ed eventualmente segnalare all’organo competente la crisi aziendale.
 
L’imprenditore in questo processo è parte attiva, in quanto è importante che si dia come obiettivo l’organizzazione interna per prevenire tale situazione.
 
Cambiano inoltre le condizioni in base alle quali è obbligatorio l’organo di controllo delle Srl ed anche delle Cooperative.
Le nuove condizioni per l’istituzione obbligatoria dell’organo di controllo nelle Srl e nelle Cooperative sono le seguenti:
1) la Srl o la Cooperativa ha superato per due esercizi consecutivi almeno uno dei seguenti limiti:
– totale dell’attivo dello stato patrimoniale: 4 milioni di euro;
– ricavi delle vendite e delle prestazioni: 4 milioni di euro;
– dipendenti occupati in media durante l’esercizio: 20 unità;
2) la Cooperativa emette strumenti finanziari non partecipativi 
3) la Srl o la Cooperativa è tenuta alla redazione del bilancio consolidato
4) la Srl o la Cooperativa controlla una società obbligata alla revisione legale dei conti, come è il caso di una Spa
 
La norma stabilisce al 16 dicembre 2019 il termine per l’adeguamento degli statuti di SRL e Cooperative a seguito di questo nuovo obbligo.  

L 231/2001

Indica un modello organizzativo volto a prevenire la responsabilità penale dell’ente (società).
Le tipologie di reato di cui si valutano i rischi attraverso il modello 231 sono molte, tra le quali:
• Delitti contro la pubblica amministrazione
• Reati societari
• Ricettazione, riciclaggio

• Delitti informatici

Tale modello è volontario ma fornisce sicuramente strumenti utili per valutare l’adeguatezza della struttura organizzativa dell’azienda. 

L’imprenditore ha perciò il preciso compito di dare sempre più importanza all’analisi economico-finanziaria e organizzativa della propria struttura.
 

Cambia quindi il ruolo di noi professionisti che dovremo indirizzarlo ed aiutarlo nello scegliere gli strumenti operativi più adatti alla sua realtà.

 
Manuela
Photo by Drew Beamer on Unsplash
 
Potrebbero anche:
Vuoi essere
Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi della legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni Privacy Policy
NON seguire questo link o sarai bannato dal sito! Torna su