Fondo di solidarietà dei comuni – Cittadini in difficoltà

Condividi su:

Con il decreto del 28.03.2020 è stato stanziato ai comuni di tutt’Italia un fondo di solidarietà per poter sopperire alle richieste dei cittadini in difficoltà.

Le regole per l’accesso al fondo, sono state decise a discrezione del singolo Comune. Di seguito ne trovate alcuni, in ogni caso sul sito di ogni Comune è presente una sezione dedicata all’informativa sugli stanziamenti.

 

TORINO

Il servizio consente al cittadino di procedere al caricamento on line della domanda per accedere al buono spesa al link https://moon.patrim.csi.it/moondirectbl/ per soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali, dando priorità a coloro che non ricevono alcun sostegno economico pubblico (Reddito di Cittadinanza, REI, NASPI, indennità di mobilità, cassa integrazione guadagni, altro da specificare nel modulo da compilare).
Le specifiche per l’attribuzione dei buoni spesa ai diversi nuclei familiari sono state così definite dalla Città di Torino, in funzione del numero di componenti del nucleo stesso:
– da 1 a 2 componenti buono spesa di € 300
– da 3 a 4 componenti buono spesa di € 400
– da 5 o più componenti buono spesa di € 500
 

NICHELINO

I nuclei famigliari potranno avere a disposizione dei buoni spesa, per il cui utilizzo si seguiranno i seguenti termini:
– erogazione di buoni spesa per l’acquisto di generi di prima necessità pari ad un importo massimo di € 400,00 per nucleo familiare;
– i buoni potranno essere spesi presso gli esercizi commerciali di Nichelino che aderiscono al progetto;
– nessun esborso di denaro liquido agli interessati da parte del Comune di Nichelino.
Le domande potranno essere inviate all’indirizzo mail: solidarieta.sociale@comune.nichelino.to.it
 

SETTIMO

I Comuni di Leini, San Benigno C.se, Settimo T.se e Volpiano hanno scelto di procedere alla distribuzione di generi alimentari o prodotti di prima necessità destinando tali aiuti prioritariamente all’elenco delle persone che non sono già assegnatarie di sostegno pubblico.
I beneficiari saranno individuati dal Servizio Socio Assistenziale dell’Unione N.E.T., a seguito di presentazione di
domanda da inviarsi con mail all’indirizzo: aiuticovid@unionenet.it ENTRO le ore 12 di Lunedì 6 aprile 2020.
L’Ordinanza prevede che l’individuazione dei beneficiari venga effettuata tra i nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica e tra quelli in stato di bisogno, per soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali con priorità per quelli non già assegnatari di sostegno pubblico.
 

RIVOLI

http://www.comune.rivoli.to.it/solidarieta-alimentare-avviso-pubblico-per-gli-esercenti-rivolesi-manifestazione-di-interesse/
L‘Amministrazione mette a disposizione dei beneficiari buoni spesa del valore massimo compreso tra 150 e 450 euro a seconda della composizione del nucleo famigliare.
Ciascun beneficiario deve individuare l’esercizio ove utilizzare tali buoni spesa all’interno di un elenco che verrà predisposto sulla base delle adesioni manifestate dagli esercenti rivolesi.
I buoni spesa potranno essere utilizzati esclusivamente per l’acquisto di generi alimentari, con esclusione di alcolici e superalcolici. Ciascun esercente può scegliere, a proprie spese, la modalità con la quale consentire ai beneficiari come utilizzare i buoni spesa riconosciuti dal Comune.
Gli uffici del Comune sulla base delle scelte effettuate dai beneficiari provvederanno a rimborsare agli stessi
esercenti il valore del buono spesa riconosciuto. Per aderire, si invitano gli esercizi a fornire il proprio assenso a partecipare all’iniziativa al recapito commercio@comune.rivoli.to.it, compilando il modulo riportato in calce a questo avviso ENTRO le ore 13.00 di Lunedì 6 Aprile 2020.
 

ORBASSANO

http://www.comune.orbassano.to.it/download/coronavirus/avviso_e_autocertificazione_Prot.%20_1700_del_2.4.2020_%20.pdf
A partire dal 2/4/2020 ed entro il 8/4/2020 sarà possibile presentare domanda per accedere all’assegnazione di buoni spesa (spendibili presso la piccola distribuzione) e buoni ticket (spendibili presso la grande distribuzione) che l’amministrazione metterà a disposizione dei cittadini per l’acquisto di beni di prima necessità.
 
GRUGLIASCO
Possono fare richiesta le persone in possesso dei seguenti requisiti:
– residenza nel Comune di Grugliasco
– nuclei familiari che si trovano in stato di assoluto bisogno economico e assoluta necessità di generi alimentari per riduzione o assenza di entrate economiche, per effetto dell’emergenza COVID-19 (ovvero occupati precari, collaboratori familiari ed assimilati, che per effetto delle restrizioni imposte dall’emergenza COVID-19, nel mese di Marzo, hanno perso l’unica fonte economica di sostentamento familiare, disoccupati, titolare di attività economica chiusa per via dell’emergenza, libero professionista con studio chiuso, artigiano con attività chiusa, in attesa di pagamento della cassa integrazione o dei benefici previsti dal DL 18/2020;ecc.).
Per gli esercenti:
 

COLLEGNO

È disponibile il MODULO per richiedere i BUONI SPESA per i nuclei familiari in difficoltà economica e per ritirare i PACCHI ALIMENTARI destinati ai cittadini in emergenza immediata a causa dell’emergenza Coronavirus. L’importo massimo dei buoni è 450 €. Il modulo è da compilare allegando copia del proprio documento di identità. Deve essere inviato a posta@cert.comune.collegno.to.it. oppure può essere inserito nella cassetta apposita nell’atrio del Municipio (piazza del Municipio 1, Collegno). Entro le ore 12 di Mercoledì 8 Aprile 2020.
 
Photo by Yingchih on Unsplash
Potrebbero anche:
Vuoi essere
Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi della legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni Privacy Policy
NON seguire questo link o sarai bannato dal sito! Torna su