Bando Voucher Sprint Anno 2020 Camera di Commercio di Torino

Condividi su:

E’ stato pubblicato sul sito della camera di commercio di Torino il bando voucher sprint finalizzato a sostenere le piccole e micro imprese del territorio nell’affrontare la situazione di crisi causata dall’emergenza COVID-19.

 

Il Bando prevede l’erogazione di contributi a fondo perduto finalizzati a sostenere investimenti e spese in tecnologie digitali. Tali spese dovranno consentire alle imprese di:
  • garantire la continuità dell’attività aziendale mediante l’adozione di nuovi modelli organizzativi, in particolare smart working incluse attrezzature e strumenti per garantire la sicurezza in ambito aziendale
  • sviluppare soluzioni di e-commerce

I requisiti di cui le microimprese e le piccole imprese devono essere in possesso sono:

 

  1. Avere sede legale e/o unità locali – al momento della presentazione della domanda – nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Torino
  2. Essere attive, in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese nonché in regola con il pagamento del diritto annuale.
  3. Le imprese beneficiarie devono avere legali rappresentanti, amministratori (con o senza poteri di rappresentanza) e soci per i quali non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione previste dall’art. 67 D.lgs. 6 settembre 2011, n. 159 (Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia). I soggetti sottoposti alla verifica antimafia sono quelli indicati nell’art. 85 del D.lgs. 6 settembre 2011, n. 159
  4. Le imprese beneficiarie non devono trovarsi in stato di fallimento, liquidazione (anche volontaria), amministrazione controllata, concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente.
  5. Le imprese beneficiarie devono avere assolto gli obblighi contributivi ed essere in regola con le normative sulla salute e sicurezza sul lavoro di cui al D.lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni e integrazioni.
  6. Ai sensi dell’art. 4, comma 6, del D.L. 95 del 6 luglio 2012, convertito nella L. 7 agosto 2012, n. 135, le agevolazioni non potranno essere concesse ai soggetti che al momento della liquidazione del voucher abbiano forniture in essere con la Camera di commercio di Torino.

Tipologia di indennità

Le agevolazioni saranno accordate sotto forma di voucher, a copertura del 50% delle spese sostenute e ritenute ammissibili con un importo massimo del voucher pari a Euro 3.000,00.
 

L’investimento minimo per partecipare al Bando è fissato in Euro 1.500,00

Di seguito trovate l’elenco delle spese che sono ammesse al bando e che devono essere sostenute a partire dal 23/02/2020 fino al 22/06/2020

 

  1. Spese per acquisto di notebook, tablet e finalizzati al lavoro a distanza; spese per l’acquisto di tecnologie e servizi in cloud in grado di garantire forme di collaborazione a distanza; spese per acquisto e installazione VPN, VoiP, sistemi di Backup / ripristino dei dati Sicurezza di rete;
  2. Spese per software per servizi all’utenza (es. siti web, app, servizi di pagamento, piattaforme di e-commerce e sistemi di delivery, ecc.),
  3. Spese per acquisto di strumentazione e servizi per la connettività (es. smartphone, modem e router Wi-Fi, switch, antenne, etc.)
  4. Spese di consulenza e di formazione strettamente connesse agli investimenti precedenti
  5. Spese di consulenza e formazione per la messa in sicurezza delle strutture aziendali, legate dell’emergenza sanitaria collegata al Covid-19 (revisione/integrazione di DVR aziendale, valutazione del rischio biologico e l’integrazione del manuale HACCP);
  6. Materiale per delimitare spazi (schermi in vetro, pannelli in plexiglass, …);
  7. Strumenti per la misurazione della temperatura corporea delle persone che entrano in contatto con la struttura;
  8. Materiale segnaletico e informativo.

Non sono ammesse:

 

  1. Assistenza per acquisizione certificazioni (es. ISO, EMAS, ecc.);
  2. Supporto e assistenza relativa a tematiche di tipo fiscale e finanziario

Presentazione della domanda

Le richieste di voucher devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale, attraverso lo sportello on line “Contributi alle imprese” dalle ore 12.00 del 20/05/2020 alle ore 17.00 del 22/06/2020.

Si potrà effettuare accreditandosi sul sito Webtelemaco seguendo le istruzioni del bando.

Nel caso in cui la Camera di commercio richiedere all’impresa integrazione documentale bisognerà provvedere all’invio entro e non oltre il termine di 10 giorni in caso contrario si sarà automaticamente esclusi dal bando.

Il termine ultimo per l’invio di tutti documenti indicati nel bando è delle ore 17.00 del 30/6/2020

Allegati a supporto: https://www.to.camcom.it/sprint2020

Regolamento n. 651/2014 della Commissione europea: https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=CELEX%3A32014R0651

www.registroimprese.it/registra-ri
http://webtelemaco.infocamere.it

A cura di Irene Cancelliere

 

Potrebbero anche:
Vuoi essere
Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi della legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni Privacy Policy
NON seguire questo link o sarai bannato dal sito! Torna su