Come fare per assicurarsi di creare un buon curriculum vitae?

Se siete alle prese con la stesura del vostro curriculum e avete già compreso che modello e quale tipo di formato scegliere, è arrivato dunque il momento di preoccuparsi dei contenuti e delle sezioni che non possono mancare nel vostro cv.

 

Cercate sempre di compilare tutte le sezioni del curriculum vitae, in modo da dare l’impressione che sia stato speso sufficiente tempo per informarvi sulla corretta compilazione.

Come primo suggerimento, direi che è importante fermarsi a riflettere su quali siano le competenze che si vogliono inserire e in che modo dividere le proprie skills. Un consiglio è quello di suddividerle in hard skills e soft skills.

Ma cosa sono?

Quando parliamo di hard skills, stiamo facendo riferimento a quel tipo di competenze che sono acquisibili più o meno facilmente, a seconda delle attitudini di ognuno, durante il percorso scolastico, durante un corso professionale o di approfondimento, o sul posto di lavoro.

Questa tipologia di competenze è in genere facilmente quantificabile e anche comprovabile. Qualche esempio di hard skills?

  • Conoscenza di una o più lingue straniere
  • Capacità di usare programmi e pacchetti informatici
  • Competenze dimostrabili da attestati e corsi di formazione frequentati
  • Capacità di utilizzo di macchinari specifici e strumenti

Dunque, definire le hard skills è relativamente semplice e piuttosto facile: basta estrapolarle dalla propria educazione scolastica o dalla propria carriera professionale.

Quando invece si parla di soft skills, le cose si complicano un po’ di più.

Questa tipologia di competenze fa infatti riferimento alla sfera personale di ciascun individuo. Si tratta di abilità personali e trasversali che non si imparano seduti sui banchi di scuola o seguendo qualche studio universitario.
Questa tipologia di abilità dipende dal proprio carattere, dalla 
propria cultura e personalità, e anche dal vissuto di ognuno.

Non avete idea di cosa stiamo parlando?
Fanno parte delle cosiddette soft skills ad esempio queste attitudini:

  • Capacità di adattamento in nuovi contesti
  • Capacità di problem solving
  • Motivazione e tenacia a perseguire i propri obiettivi
  • Resistenza allo stress
  • Capacità a lavorare in team
  • Creatività e proattività
  • Attenzione ai dettagli
  • Flessibilità

Le soft skills sono al giorno d’oggi sempre più richieste nei curricula, poiché sono skills difficili da apprendere e da insegnare e dipendono moltissimo dalla personalità e dal vissuto personale.


Sono anche skills più facili da dimostrare in sede di colloquio, e molto più difficili da far 
trapelare in un curriculum vitae.

Ormai il lavoro del futuro richiederà in modo sempre più preponderante capacità comunicative, di comprensione, di interazione, di ascolto; occorrerà, quindi, concentrarsi sulle relazioni e, sebbene alcuni di noi siano più predisposti di altri, ciò è importante per allenare e ampliare la nostra intelligenza emotiva, grazie alla quale sviluppiamo le nostre abilità.
 
Articolo a cura di Melania Brunero
 
Condividi su:
Potrebbero anche:
Vuoi essere
Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi della legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni Privacy Policy
NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
Torna su

Sondaggio tempo 1 minuto

DICCI la tua,
partecipa al sondaggio!

Come sta andando la ripresa dopo il Lockdown?
Stiamo analizzando come procede la fase 2 per la riapertura delle attività…