Lotteria degli scontrini & cashback – Come funziona

Dal 1° gennaio 2021 sarà possibile usufruire di due nuovi strumenti, la Lotteria degli scontrini utilizzato come strumento premiale anti-evasione e il Cashback che ha invece l’obiettivo di ridurre l’utilizzo dei contanti.

 

Vediamo di seguito come funzionano e come poter accedere:

LA LOTTERIA DEGLI SCONTRINI

Come funziona la lotteria degli scontrini

La lotteria degli scontrini è collegata ai normali acquisti di beni o servizi effettuati presso esercizi commerciali al minuto, basterà mostrare all’esercente il codice lotteria. Così, il tuo scontrino elettronico ti consentirà di partecipare alla lotteria.

Spetterà un biglietto virtuale per ogni euro speso fino a un massimo di 1.000 biglietti virtuali per ogni acquisto di importo pari o superiore a 1.000 euro. Se l’importo speso è superiore a 1 euro, l’eventuale cifra decimale superiore a 49 centesimi produrrà comunque un altro biglietto virtuale.

Quali spese non rientrano

Non saranno validi ai fini della lotteria gli scontrini corrispondenti ad acquisti effettuati online o nell’esercizio di attività di impresa, arte o professione. Non partecipano alla lotteria, inoltre, gli acquisti per i quali il consumatore richieda all’esercente l’acquisizione del proprio codice fiscale a fini di detrazione o deduzione fiscale.

Nella fase di avvio della lotteria faranno eccezione anche gli acquisti documentati mediante fatture elettroniche e gli acquisti per i quali i dati dei corrispettivi sono trasmessi al sistema Tessera Sanitaria (per esempio gli acquisti effettuati presso farmacie, parafarmacie, ottici, laboratori di analisi, ambulatori veterinari ecc.).

Come ottenere il codice lotteria

Dal 1° dicembre 2020 è attivo lo spazio per iscriversi alla lotteria degli scontrini.

Basterà andare su questo sito e generare il codice lotteria (possono generare il codice lotteria tutti i maggiorenni e residenti in Italia).

Attenzione, la data di avvio della lotteria è stata spostata al 1° gennaio 2021, quindi nel mese di dicembre si potrà solamente generare il codice che sarà da mostrare all’esercente per acquisti maggiori o uguali a 1 euro nell’anno nuovo.

Tutti i dati potranno essere recuperati nell’area riservata, che al momento non è ancora attiva (lo sarà dal 1° gennaio 2021).

Quali sono i premi

La lotteria avrà estrazioni “ordinarie” ed estrazioni “zerocontanti”: se avrai utilizzato strumenti di pagamento elettronico parteciperai ad entrambe.

Le estrazioni “ordinarie” premiano solo i consumatori:

  • sette premi di 5.000 euro ciascuno ogni settimana;
  • tre premi da 30.000 euro ciascuno ogni mese;
  • un premio di 1 milione di euro ogni anno.
Nel caso di estrazioni “zerocontanti”, lo scontrino estratto premia sia il consumatore, sia l’esercente:
  • quindici premi da 25.000 euro ciascuno per il consumatore e quindici premi da 5.000 euro ciascuno per l’esercente, ogni settimana;
  • dieci premi di 100.000 euro ciascuno per il consumatore e dieci premi di 20.000 euro ciascuno per l’esercente, ogni mese;
  • un premio di 5.000.000 di euro per il consumatore e un premio di 1.000.000 di euro per l’esercente, ogni anno.

Come riscuotere i premi

L’Agenzia delle dogane e dei monopoli potrà effettuare il pagamento esclusivamente mediante bonifico bancario o, per i soggetti sforniti di conto bancario, con assegno circolare non trasferibile.

L’Agenzia delle dogane e dei monopoli darà notizia formale della vincita o tramite PEC o tramite Raccomandata.

I premi non saranno più reclamabili trascorsi novanta giorni dalla ricezione della comunicazione di vincita.

Cashback di Stato

Il cashback è un’iniziativa messa in campo per incentivare i pagamenti non in contante attraverso la restituzione di una percentuale della spesa.

Dall’8 dicembre partirà il cashback sperimentale, cosiddetto “Cashback di Natale”, che rimborserà fino a 150 euro se verranno effettuati almeno 10 acquisti nel mese di dicembre nei negozi fisici (non online) usando sistemi di pagamento elettronici.

 

Partirà invece a regime dal 1° gennaio 2021 e prevederà il rimborso del 10% di quanto speso.

Il rimborso verrà riconosciuto ogni sei mesi fino ad un massimo di 150 euro con un minimo di 50 operazioni a semestre.

Per ricevere i rimborsi è necessario avere lo Spid o la Carta d’identità elettronica (Cie) e bisognerà utilizzare l’app IO, su cui iscriversi registrando le carte e le app utilizzate per i pagamenti nonché l’iban su cui ricevere il rimborso.

Possono aderire al cashback tutti i cittadini maggiorenni e residenti in Italia. Nel caso in cui ci siano più persone in famiglia, ogni componente partecipa singolarmente ai rimborsi.

Valgono gli acquisti di qualsiasi genere e in qualsiasi luogo: supermercati, negozi, bar, ristoranti, ma anche il pagamento di prestazioni di professionisti. Non si può partecipare, invece, attraverso acquisti effettuati online, pagamenti necessari allo svolgimento di attività imprenditoriali e professionali, operazioni agli sportelli Atm come le ricariche telefoniche, bonifici per addebiti diretti su conto corrente, operazioni per pagamenti ricorrenti, con addebito su carta o conto corrente.

Photo by Dan Burton on Unsplash

Condividi su:
Potrebbero interessarti anche:
Torna su