La fatturazione per Influencer, Youtuber e Content Creator: normative, contratti e regimi fiscali

Nell’articolo Influencer, Youtuber e Content Creator: partita IVA e codici ATECO per le professioni digitali abbiamo stilato una panoramica generale sulle professioni digitali di Influencer, Youtuber e Content Creator: quali sono i soggetti, i luoghi e le basi della gestione fiscale per questi settori.

In questo articolo andremo invece più nel dettaglio delle normative che regolano il lavoro di Influencer, Youtuber e Content Creator, analizzando quali sono le attività e le tipologie contrattuali dei nuovi professionisti digitali, quali sono le regole e le sanzioni della pubblicità e come vanno dichiarati i compensi percepiti.

Cos’è l’Influencer Marketing e come funziona

L’influencer marketing è una forma di marketing online che si basa sulla collaborazione tra un brand e un personaggio influente (l’influencer, appunto) finalizzata a far conoscere e pubblicizzare al pubblico un particolare bene o servizio.

Questa collaborazione prevede la pubblicazione di contenuti (foto, video, blog) da parte dell’influencer in cambio di un compenso monetario, prodotti omaggio o altre forme di remunerazione.

L’evoluzione della pubblicità tradizionale verso l’Influencer Marketing

L’influencer marketing rappresenta lo sviluppo della pubblicità tradizionale, che è passata da testimonial a influencer. Questo nuovo metodo di pubblicità assume i contorni di una recensione indipendente: proprio grazie a questa particolarità, il pubblico si fida.

Il contratto di sponsorizzazione per Influencer

La principale fonte di guadagno degli influencer è sicuramente la sponsorizzazione. Si tratta di una forma di collaborazione e pertanto va regolata in modo da tutelare entrambe le parti: committente (di solito un’azienda) e professionista (influencer).
Vediamo quindi se per una sponsorizzazione sui social è necessario un contratto, e in tal caso, cosa dovrebbe prevedere.

È obbligatorio redigere un contratto di sponsorizzazione per Influencer?

Spesso il contratto tra sponsor e sponsorizzato viene assunto via mail o via direct* senza che il patto venga formalizzato da un vero e proprio contratto. Sicuramente avere un contratto scritto e firmato da entrambe le parti, in cui sono descritti gli obblighi e le prestazioni, è molto più tutelante per entrambi. Tuttavia, anche in assenza di formalizzazione, l’accordo scritto esiste ed è efficace, anche se meno tutelante.

Perciò, per l’influencer un contratto formale non è obbligatorio, ma è sempre consigliato.

Cosa deve includere un contratto di sponsorizzazione per Influencer?

Per essere valido, un contratto di sponsorizzazione per influencer deve includere le seguenti informazioni:

  • Qualità delle parti (sponsor e sponsorizzato)
  • Finalità pubblicitaria dell’attività
  • Scambio di valore economico tra le parti.

In merito all’attività di sponsorizzazione, occorre indicare nel contratto:

  • Il luogo: online (tramite social) o offline (partecipazione a eventi, impegno a indossare determinati capi di abbigliamento in determinate situazioni)
  • L’oggetto, il tono e lo stile della sponsorizzazione: definizione di un numero minimo di stories/post
  • La durata della sponsorizzazione
  • L’eventuale clausola di esclusiva o limiti di attività di sponsorizzazione per brand concorrenti.

Normative e sanzioni per pubblicità ingannevole sui social da parte di influencer e content creator: rischi e consigli

La crescita esponenziale dell’utilizzo dei social come mezzo pubblicitario ha evidenziato la facilità con la quale in tale contesto si possa realizzare pubblicità occulta. La pubblicità occulta è una possibile forma di pubblicità ingannevole e come tale è vietata dall’ordinamento giuridico italiano.

Come realizzare una pubblicità in regola, in qualità di Influencer?

La pubblicità per non essere definita ingannevole deve essere:

  • Palese
  • Veritiera
  • Corretta

Obblighi di trasparenza: come l’influencer deve segnalare collaborazioni e sponsorizzazioni

Per legge, l’influencer deve essere trasparente riguardo alle collaborazioni e alle sponsorizzazioni.

La prassi diffusasi sui social network e validata anche dagli organi di controllo europei e italiani (AGCM) è quella di inserire nelle stories o nei post i seguenti hashtag*:

  • #adv o #advertisement in caso di pubblicità
  • #Gifted in caso di omaggi
  • #thanksto o #sponsoredby + il nome del brand

Le sanzioni per violazioni delle normative sulla pubblicità da parte di Influencer e Content Creator

In caso di non rispetto della normativa sulla pubblicità veritiera, Influencer e Content Ceator sono soggetti a sanzioni definite dall’AGCM*, che ha il compito di garantire che la pubblicità non sia ingannevole. Le sanzioni per violazioni delle normative sulla pubblicità imposte dall’AGCM possono essere, ad esempio:

  • Multe amministrative: che possono variare in base alla gravità e alla natura della violazione (da €5.000 a €5.000.000). L’importo della sanzione varia in base a determinati fattori (durata e diffusione, vantaggio economico ed eventuale recidiva).
  • Ordine di cessazione: obbligando l’influencer a interrompere la pubblicazione.

La fatturazione per Influencer: obblighi fiscali e contenuto delle fatture

Come liberi professionisti o aziende, gli influencer devono emettere fattura per ogni compenso ricevuto. Le fatture sono documenti fiscali che certificano il pagamento per i servizi resi e sono essenziali per la corretta gestione della contabilità e per adempiere agli obblighi fiscali.

La fatturazione elettronica per Influencer

Le fatture devono essere in formato elettronico (xml) e inviate allo Sdi (sistema di interscambio dell’Agenzia delle Entrate) entro 12 giorni dalla data di emissione. La data di emissione può essere antecedente al pagamento o al massimo il giorno stesso del pagamento. Anche per Influencer, Youtuber e Content Creator con partita IVA vige infatti l’obbligo di fatturazione elettronica, a prescindere dagli importi.

La fattura deve contenere:

  • L’intestazione con i dati dell’influencer (nome e cognome, indirizzo, P. Iva e codice fiscale) e i dati del cliente (nome e cognome, indirizzo, P. Iva e codice fiscale)
  • Numero e data: la fattura deve avere un numero univoco e la data di emissione
  • Descrizione dettagliata del servizio (es. collaborazione pubblicitaria su Instagram 2 storie)
  • Importo suddiviso tra imponibile e IVA
  • Aliquota o natura dell’IVA
  • Totale (importo totale da corrispondere)

Applicazione dell’IVA per Influencer: aliquote ed eccezioni

I servizi forniti dagli influencer, come la promozione di prodotti attraverso post sui social media, video sponsorizzati e altre attività di marketing digitale, sono soggetti ad aliquota IVA standard del 22%. Perciò, se l’importo della fattura (imponibile) è 1000€, bisognerà applicare l’IVA del 22% (220 euro) e il totale fattura sarà di 1220€. Ci sono però delle eccezioni!

Eccezioni sull’applicazione dell’IVA nelle fatture degli Influencer: regime forfettario e clienti fuori dall’Italia

Se l’influencer ha adottato il regime forfettario, non applicherà l’IVA in fattura ma inserirà il codice IVA è N 2.2 (operazione non soggetta ai sensi dell’art.1 commi da 54 a 89 legge n.190/2014 – Regime forfettario).
Se l’influencer emette una fattura a clienti non residenti in Italia (dotati di P. Iva, quindi B2B), il servizio non è imponibile IVA.

*Piccolo glossario delle nuove professioni digitali: Influencer, Youtuber e Content Creator

Direct
Instagram Direct è un prodotto di messaggistica in-app che permette di scambiare privatamente testo, foto, post e storie con una o più persone.

Hashtag
Il termine hashtag nasce dall’unione di due diverse parole: Hash, che significa cancelletto (quello usato sulle tastiere, ovvero: #); e Tag, che in italiano si traduce con ‘etichetta‘ ed è una parola chiave associata a qualcosa.

AGCM
L’autorità garante della concorrenza e del mercato (anche nota come Antitrust) è un’autorità amministrativa indipendente il cui compito è quello di verificare il rispetto delle regole di mercato.

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici sui social per non perderti i prossimi post, notizie e approfondimenti dedicati al mondo dell’imprenditoria.

Conosci qualcuno a cui interessa l’argomento?

Usa i pulsanti sotto per condividere l’articolo con chi vuoi tu!

Potrebbero interessarti anche:
Imprenditori si diventa
Guida alla normativa privacy per influencer: GDPR, rischi, sanzioni

Continuiamo con le nostre guide dedicate alle nuove professioni digitali.In questo articolo affronteremo la normativa sulla privacy per influencer, youtuber e content creator, un argomento …

Leggi tutto →
Consulenza fiscale
Influencer, Youtuber e Content Creator: partita IVA e codici ATECO per le professioni digitali
Nel contesto sempre più digitale in cui viviamo emergono nuove ...
Leggi tutto →
Attualità
Test IT-alert – 14 settembre ore 12 suoneranno tutti i cellulari in Piemonte: Perché?
Test IT-alert, il 14 settembre alle ore 12.00 suoneranno tutti ...
Leggi tutto →

Contattaci!

WhatsApp

Scrivici direttamente in chat, ti risponderemo al più presto

E-mail

Scrivici una email, ti risponderemo al più presto

Chiamaci

Contattaci telefonicamente al numero fisso lun mer e ven 9-13 / mar gio 9-13 e 14-18

Torna in alto