Imprese – Sospensione e successiva dilazione di finanziamenti e mutui

Condividi su:

L’Associazione bancaria italiana (Abi) ieri ha emanato una circolare leggi “qui”.

 

Fa riferimento alle istruzioni sulla moratoria straordinaria dei prestiti e delle linee di credito concesse dalle banche e contenute nel decreto legge “Cura Italia” 17 marzo 2020, n.18.

 

Prevede le rate dei mutui, i canoni di leasing e gli altri finanziamenti a rimborso rateale con scadenze comprese nel periodo dal 17/3/2020 al 30/9/2020: il pagamento è sospeso fino al 30/9/2020 (comprese le rate che scadono al 30/09, chiarimento ABI n.d.r.).
 
Successivamente a tale data il debito sarà dilazionato.
 
Per ottenere la moratoria le imprese dovranno inviare una comunicazione via PECoppure Raccomandata A/R, autocertificando di aver subito in via temporanea carenze di liquidità quale conseguenza diretta della diffusione dell’epidemia da Covid-19.

Anche se molte banche hanno già sospeso il pagamento delle rate e degli altri finanziamenti, consigliamo in ogni caso di inviare la comunicazione.
 

Attenzione:

“Essendo una comunicazione, le banche dovranno obbligatoriamente accettare la moratoria.”

Qui” potete scaricate in automatico il modulo di comunicazione per la banca in doc da compilare ed inviare tramite PEC o raccomandata A/R.
Qui” potete scaricare in automatico l’autocertificazione in doc da compilare e inviare a mezzo PEC o a mezzo raccomodata A/R.

Consigliamo inoltre di inviare il modulo per conoscenza via e-mail alla vostra filiale.
Le aperture di credito, quali ad esempio i fidi e prestiti a fronte di anticipi su crediti, non possono essere revocati fino al 30/9/2020 e quindi non dovete temere richieste di rientro da parte della banca.
Potrebbero anche:
Vuoi essere
Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi della legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni Privacy Policy
NON seguire questo link o sarai bannato dal sito! Torna su