Impresa post-Covid19: le digital skill che servono oggi

Ne abbiamo parlato per anni, abbiamo previsto che sarebbe arrivato il loro momento e abbiamo cominciato a prepararci ma… improvvisamente, con l’avvento del Covd e la Pandemia,  le digital skill, anche dette competenze digitali, sono diventate un requisito imprescindibile: non solo per l’impresa, ma anche per la vita di tutti i giorni!

A seguito degli sconvolgimenti derivati dalla Pandemia Covid-19 tantissimi italiani si sono infatti trovati a dover usare una varietà di piattaforme tecnologiche per comunicare, lavorare e studiare a distanza, oltre che per altre attività più “scontate” come gli acquisti online.

Nel giro di pochissimo tempo, le skill digitali si sono trasformate da requisiti essenziali per il lavoro del futuro a competenze indispensabili per il nostro presente: è arrivato il momento di capirle e padroneggiarle sul serio!

Un mondo nuovo: le digital skill che contano dopo la Pandemia

 

Il report “The Future of Jobs 2020” (che puoi leggere qui)pubblicato dal World Economic Forum a Ottobre 2020, ha messo in evidenza le competenze che cresceranno di importanza nel prossimo quinquennio (fino al 2025).

Si tratta di soft skill quali ad esempio:

  • pensiero critico
  • problem solving
  • autogestione
  • apprendimento attivo
  • resilienza
  • flessibilità

Molte di queste competenze sono già annoverabili tra le principali soft skill necessarie all’impresa contemporanea, come abbiamo evidenziato nell’articolo Le soft skill essenziali per l’imprenditore ma naturalmente assumono ulteriore rilievo se messe in relazione alla particolare situazione che ci siamo ritrovati a vivere nel 2020 a causa della Pandemia di Covid-19.

Le soft skill per l’impresa si fanno digital

 

Come abbiamo potuto notare nell’elenco sopra riportato, oggi l’impresa ha bisogno di soft skill che mettano al centro l’autonomia e la creatività, caratteristiche che il largo ricorso allo smart working ha reso ormai assolutamente necessarie tanto per l’imprenditore quanto per il lavoratore dipendente.

Proprio questa trasformazione nelle modalità e nei processi lavorativi (e non solo!) ha inoltre messo in risalto l’importante ruolo che le digital soft skill giocano nel nostro quotidiano.

Le digital soft skill, ovvero le competenze trasversali che ci permettono di utilizzare con efficienza gli strumenti digitali, sono assimilabili a delle versioni “aggiornate” al mondo digitale delle soft skill “tradizionali”: per esempio, il problem solving è applicabile anche nel campo digitale, e indica la capacità di affrontare e risolvere problemi prettamente tecnici relativi alla tecnologia in uso, oltre che a sviluppare risposte creative alle sfide della comunicazione digitale.

La celebre Digital Transformation dell’Industria 4.0 è arrivata in fretta e furia e anche in modo un po’ inaspettato, ma pare che non ci siano dubbi: è qui per restare!

La grande accelerata della Digital Transformation e le digital skill post-Covid

 

Se la pandemia di Covid-19 ha avuto innumerevoli conseguenze sulle nostre abitudini, una delle principali a cui abbiamo assistito è sicuramente la forte accelerazione nella digitalizzazione del nostro quotidiano.

Proprio questa grande accelerata della Digital Transformation del 2020 ha messo in risalto l’importanza delle digital skill, soprattutto in ambito lavorativo.

Nel corso di un brevissimo tempo, il termine “digital skill” è passato dall’indicare la capacità di sapersi destreggiare tra le basilari competenze informatiche al comprendere un ampio insieme di capacità relative alla produzione, gestione, utilizzo e condivisione di contenuti e valore, sfruttando le innumerevoli possibilità offerte da tecnologie informatiche e internet.

Con la rapida digitalizzazione, si apre un mondo ricco di opportunità, conoscenze e informazioni, in costante evoluzione come la tecnologia su cui si fonda: le stesse competenze digitali di oggi sono infatti destinate ad aggiornarsi a breve e a mutare con estrema rapidità nel prossimo futuro.

Ecco perché è già palese quanto sia importante non solo apprendere, ma soprattutto aggiornare con costanza le digital skill necessarie al nostro campo.

Nuove necessità per l’impresa dopo il Covid-19

 

Il presente delle nostre imprese è già soffuso di tecnologia, ma il futuro lo sarà ancora di più: ecco perché oggi è davvero il momento di prendere atto del cambiamento e dedicarsi alla formazione, in modo da diffondere e aggiornare le competenze necessarie ad affrontare con successo le nuove sfide del mondo del business digitalizzato.

La digitalizzazione coinvolge tutti i settori, singole aziende e singoli individui: per l’azienda che opera in questo panorama è quindi imprescindibile che anche i canali e le modalità di apprendimento di competenze siano adeguati al ritmo del cambiamento in corso, ad esempio sfruttando la possibilità di seguire corsi di aggiornamento online in autonomia, puntando soprattutto sulla responsabilità e sulla pro-attività nella cura delle proprie competenze: un aspetto che ha cominciato a diffondersi ampiamente soprattutto durante questo complicato anno segnato dal Covid-19.

L’impresa che crea e sostiene nei suoi dipendenti e collaboratori la formazione digitale ha una marcia in più per sfruttare le opportunità tecnologiche del business contemporaneo, trasformandole in una migliore performance e risultati concreti per l’intera organizzazione.

Non solo: oltre alle digital skill, a fare la differenza per l’impresa dopo il periodo Covid19 saranno anche e soprattutto le soft skills più “umane”, come la creatività, la capacità di adattamento e l’empatiacompetenza determinante per la performance dell’impresa, come abbiamo sottolineato nell’articolo Empatia al lavoro: l’emozione al cuore dell’impresa 

Non possiamo più fare a meno di soft skill e digital soft skill

Il futuro dell’impresa sembra richiedere grandi trasformazioni nelle modalità di lavoro e relazione tra i collaboratori a cui per lungo tempo siamo stati abituati. In realtà, tutti questi cambiamenti sono già in corso, anzi, in alcuni casi sono già completati, spesso un po’ troppo frettolosamente: ne abbiamo avuto la prova nei mesi scorsi con il largo ricorso allo smart working, con tutte le sue gioie e i suoi dolori, questi ultimi soprattutto per chi deve gestire un team di collaboratori (vedi l’articolo Smart Work: lavorare in Team durante la Pandemia).

Soprattutto per le PMI, oggi è importante dare un maggiore rilievo allo sviluppo delle soft skill relative alle relazioni e alla gestione del lavoro, spesso tralasciate in favore delle hard skill, ovvero le competenze “tecnico-professionali”.

Ma soft skill e digital soft skill come

  • risolvere problemi
  • adattarsi ai cambiamenti
  • collaborare e comunicare in modo efficace
  • gestire il lavoro in modo autonomo e produttivo
  • destreggiarsi tra gli strumenti tecnologici a disposizione

sono già competenze di cui l’impresa non può più fare a meno e assumeranno ulteriore importanza in futuro, con l’imprescindibile necessità di adattarsi a un mondo e a un mercato fortemente digitalizzato, in rapida e continua evoluzione.

Se desideri approfondire le opportunità di formazione per l’impresa e i nostri servizi per gli imprenditori, contattaci: siamo a tua disposizione!

Foto di Gerd Altmann da Pixabay

Condividi su:
Potrebbero interessarti anche:

Contattaci!

WhatsApp

Scrivici direttamente in chat, ti risponderemo al più presto

E-mail

Scrivici una mail, ti risponderemo al più presto

Chiamaci

Contattaci telefonicamente al numero fisso lun mer e ven 9-13 / mar gio 9-13 e 14-18

Torna su